I Presidi Slow Food

Dopo aver catalogato le prime centinaia di prodotti a rischio di estinzione (con il progetto dell’Arca del Gusto), Slow Food ha fatto un passo ulteriore, entrando nel mondo della produzione, per conoscere i territori, incontrare i produttori, promuovere i loro prodotti, il loro lavoro, i loro saperi.

Nasce così nel 1999 il Progetto dei Presìdi Slow Food volto a sostenere, ancora oggi, le piccole produzioni tradizionali che rischiano di scomparire, valorizzare i territori, recuperare antichi mestieri e tecniche di lavorazione, salvare dall’estinzione razze autoctone e varietà di ortaggi e frutta.

Dolci : Lonzino di Fico

Frutta fresca : Pera cocomerina

Latticini e formaggi : Agrì di Valtorta – Fatulì della Val Saviore – Storico presidio Slow Food - Stracchino all’antica delle valli orobiche

Legumi : Cicerchia di Serra dè Conti

Ortaggi : Cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto, (link articolo nel Blog "intorno al piatto" https://ristorantelapiana.com/cipolla-bionda-di-curreggio-fontaneto)
Peperone Corno di Bue di Carmagnola (link articolo nel Blog "intorno al piatto" https://ristorantelapiana.com/peperone-corno-di-bue-di-carmagnola)

Pesce : Missoltino del Lago di Como – Sardina essicata tradizionale del lago di Iseo

Razze animali e allevamento : Coniglio grigio di Carmagnola

Sale : sale marino artigianale di Cervia

Salumi : Mortadella Classica

torna alla pagina "I Prodotti del Territorio"