Sabato 13 luglio 2019

Alpeggio di Moncodeno, m. 1670 Rifugio Alpino Monza-Bogani m. 1816
Parco Regionale della Grigna Settentrionale

Lasciamo l’auto al parcheggio del Vò di Moncodeno (1436 mt) nel comune di Esino Lario località Cainallo.
Prendiamo il sentiero n° 25 con indicazione Rif. Bogani/Rif. Bietti. Il sentiero sale decisamente per i primi minuti, poi prosegue in costa con andamento sinuoso e panoramico fino ad incontrare un segnavia di bivio alla Bocchetta di Prada. Proseguiamo dritti nella faggeta sul sentiero pianeggiante. Dopo circa 40 minuti dalla partenza, raggiungiamo la località ” slavine ” dove il panorama si trasforma da bosco incantato a pareti rocciose: il sentiero si inerpica fino poi ad aprirsi sui verdi prati dell’ Alpe Moncodeno.

Qui ad accoglierci, all’interno della casera, Luca Bianchi titolare dell’azienda agricola produttrice di formaggi d’alpeggio nonché genero di Enrico e Mariangela, gestori del Rifugio Bogani. La tappa alla casera è il motivo della nostra uscita fuori porta: insieme agli amici di Slow Food Lecco vogliamo conoscere e apprendere i passaggi pazienti che portano alla produzione dei formaggi d’alpeggio.

Ci concentriamo su di una forma di latteria: il latte della mungitura della sera prima, scremato della panna destinata alla produzione del burro, viene mischiato a quello della mungitura del mattino. Parliamo di latte vaccino, di aggiunta di caglio, di raggiungimento dell’esatta temperatura e di rottura della cagliata.
Tutto questo prima di arrivare alla creazione della forma che gusteremo tra qualche mese tutti insieme, dopo il giusto tempo di stagionatura.

Tempo, pazienza, conoscenza del territorio e del proprio mestiere, manualità e competenze ... questo e molto altro caratterizza il lavoro in alpeggio.

condividi questo post

Ristorante La Piana
siamo aperti fino al 15 agosto

scopri il menu di Ferragosto

chiusura estiva 
dal 16 al 30 agosto